Moodboard: cosa è e come crearla con Pinterest - quellachefaipin

Aggiornamento: 15 apr


Foto di moodboard da parete
Moodboard



Siamo a gennaio, e forse ci avrai fatto caso, le parole chiave sono "moodboard" e "buoni propositi" che a regola comprendono dieta e palestra.

Ma cosa è questa "benedetta" moodboard?

Perchè dovrei fare una moodboard?

Alcuni dicono che la moodboard è quando si prendono un pò di foto e le si appendono al muro per tenere il focus per l'anno prossimo!

Anche ma non solo, la moodboard è molto di più.


Se preferisci ascoltare questo articolo, invece che leggerlo, clicca sul link e accedi all'episodio del podcast.







Di cosa parliamo in questo articolo

1. Cosa è la moodboard

2. La moodboard fisica

3. La moodboard virtuale o digitale

4. Come creare una moodboard

5. Crea la tua moodboard con Pinterest






1. Cosa è la moodboard

La parola arriva dall'inglese:

mood significa stato d'animo

board invece significa tavola


Le moodboard a regola sono delle tavole dove vengono raccolte delle foto, dei ritagli di giornali, ma anche stoffe, o materiali ed esempi di colori che ci aiutano e guidano nella creazione del nostro progetto.


La moodboard quindi non è da fare solo a gennaio per restare in focus sui tuoi buoni propositi, ma puoi crearne una ogni volta che inizi un progetto per chiarirti le idee e avere una visione d'assieme del risultato finale.


Creare una moodboard non significa solo scegliere delle belle foto per ispirarti e motivarti nei momenti di sconforto. In realtà questa raccolta di foto, o elementi, dovrebbe creare un percorso visivo per organizzare il tuo percorso creativo, la moodboard ti dovrebbe aiutare a strutturare la tua idea.

Le moodboard infatti vengono usate molto nella moda, nell'interior design, nell'ambito pubblicitario: per creare una prima bozza visiva con le immagini, gli oggetti, i tessuti, dei colori e degli elementi che faranno parte del progetto finale.


La moodboard quindi ti serve per avere una visione d'assieme, per verificare se c'è coerenza tra i colori o i tessuti scelti, e serve a te, o al cliente per capire quello che sarà il progetto e le emozioni che dovrebbe suscitare.





MOodboard con foto di colori neri e rossi e stoffe
Moodboard

2. La moodboard "fisica"

Generalmente la moodboard si crea su un supporto di legno, di cartone o cartoncino e ci si attaccano foto, ritagli di giornale, campioni di tessuto, bottoni, materiali e oggetti vari che faranno parte del progetto.

La moodboard fisica serve se vuoi visualizzare il tuo progetto anche dal punto di vista fisico, tattile, perchè potrai sentirne fisicamente la consistenza, la morbidezza dei tessuti scelti e sentire anche come stanno nell'insieme.


Se ti occupi di interior design potresti avere una moodboard col progetto di un cliente che include il cartoncino con la scala cromatica scelta, della carta da parati, un pezzo di carta colorata con lo stesso colore dei muri, un pezzo di stoffa del divano o delle tende, dei pezzetti di legno scelti per gli arredi o altri materiali.


Se sei una wedding planner potrai fare la moodboard per i tuoi sposi, in cui metterai le foto dello stile scelto per le nozze, la pallette colori della cerimonia: compresi i fiori, il bouquet, la tavola, la stoffa dell'abito da sposa e delle damigelle, e tutto quello che serve per strutturare tutta la cerimonia.


Se ti occupi di moda potrai creare la tua moodboard con la color palette scelta, gli accessori, occhiali da sole o cappello o entrambi? Che borsa e scarpe abbinare, che colori che stoffe scegliere?


Anche se sei una Make Up Artist potresti avere delle moodboard per far scegliere alle tue clienti degli abbinamenti di colori del make-up completandole anche con l'acconciatura migliore e gli accessori adatti al make-up e all'occasione.


Una parte importante prima di creare una moodboard, è consultarsi col cliente, confrontarsi con le sue esigenze, la palette colori che preferisce, che sensazioni vuole suscitare, informati sullo stile o gli oggetti che preferisce o che proprio detesta, che idee e obiettivi ha riguardo quel progetto. Sono tutti aspetti importanti che ti aiuteranno a creare la sua moodboard e a far capire al cliente come sarebbero nell'insieme le sue scelte.


Naturalmente lo stesso discorso vale se il progetto lo crei per te stesso.




3. La moodboard virtuale o digitale

Ormai la tecnologia ci è venuta in aiuto e si possono anche creare le versioni digitali delle moodboard, con software o app dove raccogliere file in modo da riorganizzarli come si farebbe normalmente, o dei collage di foto in modo da avere tutto in una singola immagine.

Anche se si perde una parte importante che è quella tattile, è comunque comoda, versatile e facilmente trasportabile e inviabile al cliente.

Puoi crearla con Canva, Adobe, oppure le apposite app, ma le puoi creare benissimo anche con Pinterest.






4. Crea la tua moodboard con Pinterest

Hai mai pensato di usare Pinterest per creare una moodboard? Innanzitutto Pinterest è una fonte di immagini infinita, e molti oggetti li puoi anche acquistare direttamente dalla piattaforma. Questi due elementi già potrebbero aiutarti a creare delle moodboard molto efficaci ed acquistare il prodotto scelto.


Come creare la tua moodboard:

crea la tua bacheca come d'abitudine, nominala, salva delle immagini in base al tuo progetto.

Facciamo un esempio: stai organizzando il tuo matrimonio.

Crea la tua bacheca e crea le sezioni per dividere ancora meglio tutto.

Salva l'immagine con la palette colori che vorrai utilizzare,

Nella sezione abito salva le idee del tuo vestito da sposa, le scarpe, gli accessori, i gioielli.

Nella sezione make up salverai il make up, come farai le unghie e come ti pettinerai,

Nella sezione fiori potrai salvare il bouquet, i fiori per la chiesa, per la macchina, per la sala da pranzo.

Nella sezione invitati potrai mettere le bomboniere, i centrotavola, i segnaposti, gli inviti, con lo stile, il font e delle frasi che ti piacciono, anche per i ringraziamenti.

Nella sezione lista sposi potrai far mente locale con gli oggetti che effettivamente ti servono.

Nella sezione luna di miele, la location, quello che dovrai mettere in valigia...

Ovviamente queste sono delle idee potrai creare le sezioni in base alle tue esigenze, e ricorda che per tenere l'effetto sorpresa, potrai tenere la bacheca segreta e nessuno vedrà fino al giorno del si. Oppure la potrai condividere con la tua wedding planner per inserire nuove idee da valutare insieme.


Anche se ho preso come esempio il matrimonio, capirai che la moodboard su Pinterest la puoi creare per vari progetti, non solo per eventi: per rinnovare o arredare la casa, per progettare un viaggio, per un progetto di lavoro. Insomma ti puoi sbizzarrire.


Come al solito ti aspetto nei commenti se hai domande sull'argomento, e ti rinnovo l'invito al canale telegram "quella che fa i pin" se non vuoi perderti nessuna news su Pinterest








Se non conosci molto Pinterest e stai pensando di portare traffico ai tuoi canali o di usare pinterest per il tuo shop, ti sarà utile questa guida pratica il "manuale base per usare Pinterest da app" ti aiuterò con la parte tecnica: ti insegno come si fanno pin, pin idea, versioni, la seo, e come categorizzare il tuo profilo Pinterest. E' un manuale molto pratico, mentre per la strategia dobbiamo analizzare il tuo profilo e i tuoi obiettivi e crearne una mirata, in tal caso scrivimi info@quellachefaipin.ch

Francesca

___________________

DISCLAIMER

Questo articolo contiene link a prodotti miei o di affiliazione per prodotti/servizi che mi sento di consigliare e di cui sono soddisfatta. Questo significa che per ogni acquisto che farai partendo da questi link, le aziende riconosceranno al mio blog una piccola commissione (chiaramente senza alcun sovrapprezzo per te che acquisti!) o guadagnerò dalla vendita del mio prodotto.

Un metodo che ti potrebbe far conoscere nuovi prodotti e che ti permette di sostenere il nostro lavoro di blogger.





28 visualizzazioni0 commenti