top of page

22 + 1 Consigli per impostare il tuo personal brand - quellachefaipin

Aggiornamento: 15 apr 2022



Foto di una tazza con la scritta like a boss, per parlare di personal branding
personal branding

Il personal branding è un elemento fondamentale sia che tu lavori sui social ma anche nel mondo dell'offline.


Cosa è il personal branding? E' quell'insieme di fattori che ti rende unico e facilmente riconoscibile anche su Pinterest, quello che fa in modo che le persone "ti comprino", vengano attratte da te e ti scelgano.


Il personal branding è molto importante nel mondo dell'online, pensa alla quantità di contenuti che ogni giorno vedi sfogliando Pinterest o altre piattaforme social.


Ecco perchè insegno da subito alle mie clienti, se non l'hanno ancora fatto, a dedicare del tempo a questo aspetto.


Prima di iniziare a leggere questo articolo, ti ricordo che puoi anche ascoltare il podcast cliccando qui.




Cosa toverai in questo articolo

  1. Perchè il personal branding è così importante

  2. 22+1 consigli per creare il tuo personal brand




1. Perchè il personal branding è così importante

Il personal brand è l'insieme di cose che ti rappresentano, è il tuo marchio, la tua mission, i tuoi principi, quello in cui credi. Ecco perchè devi lavorarci: senza un personal branding nessuno ti ascolterà o ti seguirà. E' grazie al personal branding che costruisci "fiducia, credibilità e interazioni" con la tua community.





2. I 22 +1 consigli per creare il tuo personal brand



1. L'autenticità! E' la chiave, sopratutto se sei in un settore in cui la concorrenza è tanta, l'autenticità sarà sempre l'aspetto che ti contraddistingue, ispirati, ma resta te stesso. Le persone "comprano" e si fidano di te non delle copie. E copiare col tempo ti porterà solo a perdere un sacco di energie a interpretare qualcuno che non sei, attraendo persone lontane da quello che sei realmente. E tu hai bisogno di persone come te per lavorare bene, e fargli avere risultati.

Il tuo brand è quello che sei, ma anche il tuo scopo, perchè hai iniziato questa attività, sicuramente non per i soldi e non pensare ai soldi, le persone lo percepiscono e scappano.

Cura il tuo look, anche se lavori da casa, pettinati, truccati se di solito lo fai.


2. Fallimenti e debolezze: essere autentici non include essere perfetti, parla di come affronti le tue debolezze, i tuoi fallimenti. Con il giusto approccio le persone si immedesimeranno, nessuno è perfetto e riesce a fare tutto bene. Non essere negativo e lagnarti, racconta come il sorriso e che le tue disavventure siano spunto di miglioramento e confronto con la tua community.


3. Fai divertire il tuo pubblico: che non vuol dire non prendere sul serio il tuo lavoro. Ma le persone sui social vanno per rilassarsi, saranno sicuramente attratte da chi racconta gioie e dolori del suo lavoro, in modo divertente.


4. Credi in te stesso: se non hai fiducia in quello che fai, perchè dovrebbero averla gli altri? So che agli inizi non è facile, sono tutti più bravi di te, ma tutti hanno iniziato da zero. Leggi qualche libro di crescita personale, continua a migliorarti e vedrai che i risultati arriveranno.

Non paragonarti agli altri e non parlare male degli altri.


5. Crea un tuo marchio: che comprende una palette di colori, così quando le persone scorrono il feed di Pinterest o altri social, vedono quei colori, sanno subito che sei tu, usa Canva per preparare la tua palette colori con il tuo codice colore personale.

Lo stesso vale per i font, scegli uno o due font principali che utilizzerai nelle tue grafiche (ricorda che Pinterest è si un motore di ricerca, ma le persone quando scorrono il feed per rilassarsi vedono immagini).



foto di una scrivania con computer
Crea il tuo personal brand

6. Il logo: Parte del tuo marchio è anche il logo. Spesso non si pensa sia così importante e invece lo è, oltretutto la maggior parte dei piccoli imprenditori non pensa a questo aspetto, sii il primo.

Se usi immagini diverse tra loro, il logo le renderà facilmente riconoscibili. Puoi farlo tu stesso con Canva, oppure farne fare uno professionale su Fieverr.


7. Fornisci valore: quante volte hai sentito questa frase? Sembra una follia fornire valore senza svendere il proprio lavoro. Ma se aiuti le persone a risolvere piccoli problemi, inizieranno a pensare a te come punto di riferimento, si fideranno e ti consiglieranno anche agli amici.


8. Sii esperto nel tuo campo: investi del tempo e denaro alla formazione alla conoscenza e resta aggiornato nel tuo settore ogni singolo giorno, perchè è importante? Perchè le persone si fidano di te, se sei sempre aggiornato sarai competente e le persone continueranno a vederti come un punto di riferimento.

Essere competente è la tua carta vincente.


9. Sii coerente: è la chiave del successo, non solo nella tua mission e nei tuoi principi che devono poi corrispondere a quello che fai ogni giorno; ma anche con la tua color palette, i font, il tuo modo di scrivere, i tuoi contenuti, tutto deve riportare a te.


10. Mantieni le promesse: le persone vogliono serietà anche nelle piccole cose. Se dici che fai una cosa, falla.


11. Usa i video: parte importante del tuo personal brand sono i video. Le persone con questo strumento ti vedono, ti sentono, questo fa in modo che le persone abbiano fiducia in te più velocemente.


Foto di una macchina fotografica
Usa i video, usa le foto per farti conoscere

12. Usa le foto: impara a esprimere concetti con foto adatte e coerenti al tuo band: se sei un personal trainer foto di allenamenti, se parli di corsi on line, saranno foto di telefonini e computer.

Come al solito mi raccomando fai attenzione a usare o foto tue, se ne hai di ben fatte, oppure fatte da un fotografo, oppure foto prese da siti che permettono di usare foto di qualità gratuitamente come Unsplash, Pexels, oppure le immagini di canva.


13. Trova il tuo tone of voice: utilissimo per renderti diverso dagli altri, ne parleremo in modo approfondito, perchè è un aspetto fondamentale del personal brand.

Leggi l'articolo in cui parliamo del tone of voice.


14. Gioca con i contenuti: sperimenta diversi formati di contenuto, non usare solo foto o solo articoli del blog, crea infografiche, check-list, ebook, casi studio, podcast.


15. Sfrutta i tuoi contenuti: se hai scritto un articolo sul blog, crea più post per i social, un podcast, un tutorial, un formato video.


16. Non spammare: hai anche tu la casella di posta di Facebook o di Instagram pieno di messaggini spam? Quelli copia-incollati per intenderci?

Su Pinterest grazie al cielo queste tecniche non sono ancora arrivate (un altro motivo per cui amo Pinterest).

Ma secondo te questi messaggi aiutano alla tua reputazione di imprenditore? Le grandi aziende come Apple ti mandano messaggini spam? Ecco anche se sei agli inizi pensa in grande, anche sui social la reputazione gioca un ruolo fondamentale. Inutile perdere tempo in un feed ordinato, e tutto quello che abbiamo descritto prima se poi passi la giornata a mandare messaggini spam.


17. Non perdere energie in troppe piattaforme: scegli una o due piattaforme in cui ti trovi a tuo agio e inizia a creare relazioni.


Foto di computer con in vista la casella di mail di gmail
sfrutta l'email marketing

18. L'email marketing: ricorda che i social non sono nostri, siamo tutti a conoscenza dei vari "down" o di profili bloccati, rubati o chiusi, sfrutta l'email marketing per continuare a restare in contatto con la tua community. Usa dei tuoi vecchi contenuti, rielaborali per creare un lead magnet o un freebie da regalare in cambio di contatti.

Io amo anche molto Telegram, per questo scopo. E' un ambiente da subito un pò più personale.


19. Usa l'inbound marketing: crea valore, attrai i clienti con una comunicazione mirata. Questo è più facile se conosci il tuo pubblico: in questo articolo, in qui parlo di pinterest per aziende, troverai una mini analisi di mercato di 5 domande per iniziare a farti per conoscere il tuo pubblico, non puoi parlare a "tutti".


20. La tua nicchia di mercato: come detto sopra non possiamo parlare a tutti e non puoi parlare di tutto. Non ne hai le competenze. Chi viene a leggere il tuo blog lo vorrà fare perché interessato a quell'argomento. Chi ti segue su Pinterest lo fa per quello che pinni. Pensa anche al fatto che Pinterest offre la possibilità di seguire persone oppure solo singole bacheche, dimostra che non tutto quello che offriamo può interessare a tutti.


21. La zona di comfort: sfida te stesso, fai cose che ti fanno paura, mettiti alla prova. Pensa quante persone hanno le tue stesse paure. Raccontati e raccontale. Divertirai, si affezioneranno alle tue sfide e si metteranno in gioco come te.


22. Condividi storie: le tue ma anche quelle dei tuoi clienti. I tuoi futuri clienti potrebbero identificarsi nella storia di un tuo cliente, più che nella tua.



E concludiamo con il trucco +1, il bonus:

Ci vuole tempo: per creare il proprio personal branding bisogna creare relazioni, fiducia, non pensare al denaro (si lo so che hai le bollette da pagare), ma le relazioni sono importanti, lascia una bella impressione, valore, e vedrai che il resto arriverà.



Concludo, rinnovandoti l'invito nel mio canale telegram "quellachefaipin", dove ogni giorno ti lascerò una breve tips utile su quello che riguarda il mondo Pinterest.

Per tutte le domande ti aspetto o nel gruppo o nei commenti.




Ho una notizia per te: ho pubblicato un ebook: se stai pensando di utilizzare Pinterest per portare traffico ai tuoi canali o per vendere i tuoi prodotti. Con questa guida pratica il "manuale base per usare Pinterest da app" ti aiuterò con la parte tecnica: ti insegno come si fanno pin, pin idea, versioni, la seo, e come categorizzare il tuo profilo Pinterest. Si tratta di un manuale molto pratico, per la strategia dobbiamo analizzare il tuo profilo e i tuoi obiettivi, in tal caso scrivimi info@quellachefaipin.ch

Francesca




___________________



DISCLAIMER

Questo articolo contiene link a prodotti miei o di affiliazione per prodotti/servizi che mi sento di consigliare e di cui sono soddisfatta. Questo significa che per ogni acquisto che farai partendo da questi link, le aziende riconosceranno al mio blog una piccola commissione (chiaramente senza alcun sovrapprezzo per te che acquisti!) o guadagnerò dalla vendita del mio prodotto.

Un metodo che ti potrebbe far conoscere nuovi prodotti e che ti permette di sostenere il nostro lavoro di blogger.




114 visualizzazioni0 commenti

Comments


bottom of page