3 metodi facilissimi per gestire il tempo - Quellachefaipin


Foto di un orologio con la sveglia per la gestione del tempo
Gestione del tempo

Se avessi un euro ogni volta che le persone mi hanno detto "dovrei imparare Pinterest, lo so, ma no ho tempo" avrei già un bel gruzzolo da parte.

Ecco perchè in questo articolo vorrei aiutarti nell'organizzare meglio il tuo tempo.

Non solo per inserire Pinterest nella tua programmazione social, ma per pianificare meglio le tue giornate, per essere produttivo e concentrato, evitando di fare come me agli inizi della mia attività sui social, che rimbalzavo come una pallina da ping-pong tra Instagram, Pinterest, Blog, Podcast, corsi di formazione, famiglia, casa e impegni vari, con la sensazione di, oltre ad arrivare a sera esausta, di non aver concluso nulla in nessun ambito.


Poi se riesci nella tua attività anche ad inserire Pinterest per farti conoscere ad un pubblico nuovo, meglio, dico spesso che questa piattaforma non deve essere vista come un "lavoro in più", si è vero lo è, ma ricorda che a parità di impegno rispetto ad un social, con le giuste strategie, avrai molto di più sia in termini di visibilità ai tuoi contenuti che in durata, i tuoi contenuti su Pinterest durano mesi alcuni potrebbero anche essere visti per anni, e vengono visti sempre da un pubblico nuovo, non solo dai tuoi follower. Lo dico spesso lo so, ma è importante che tu lo sappia se vendi prodotti o servizi: su Pinterest le persone vanno a cercare informazioni, per organizzare eventi, per cercare prodotti da acquistare direttamente dalla piattaforma, non per svago. Questo significa che la soglia di attenzione e interesse è più alta rispetto ad un social.



Prima di iniziare a leggere questo articolo ti ricordo che puoi ascoltarlo anche sul podcast.



Ecco le tre tecniche di cui parliamo in questo articolo che ti possono aiutare a gestire meglio il tuo tempo:

1. La tecnica del pomodoro

2. Il ciclo ultradiano

3. La legge di Parkinson




1. La tecnica del pomodoro

In realtà della tecnica del pomodoro ne ho già parlato in modo approfondito in un altro articolo. In breve ti aiuta a restare focalizzato su quello che stai facendo usando degli slot temporali di massimo 25 minuti alla volta, alternati a pause più o meno lunghe. Il limite di questa tecnica potrebbe essere che dopo 25 minuti se non hai finito l'attività che stai facendo, sei concentrato e ispirato, fermarti potrebbe farti perdere ispirazione e focus. Io ad esempio non riesco a scrivere un articolo del blog in 25 minuti e spesso mi scoccia interrompere.




Ecco che potresti farti aiutare da un metodo simile che è il:


2. Il ciclo ultradiano

Foto di una ragazza che fa jogging
Gestire il tempo per avere più libertà

Il ciclo ultradiano è simile alla tecnica del pomodoro, ma si compone di periodi di tempo più lunghi da dedicare alla tua attività. Si parla di circa 2 ore.

Avrai una fase di attività di 90 fino a 120 minuti in cui lavori o studi senza interruzioni e distrazioni, poi farai una pausa di 15-30 minuti.

Durante la pausa ricorda di bere acqua (se non l'hai fatto durante la fase di lavoro) e cerca di staccare non attaccandoti a internet o social. Soprattutto se ci lavori dedica ai social degli slot.




Concludiamo con

3. La legge di Parkinson

La legge di Parkinson è stata inventata da Cyril Northcote Parkinson (1909-1993), uno storico navale britannico che osservando i ritmi della burocrazia governativa aveva osservato che più gli apparati burocratici si espandono, più rischiano di diventare inefficienti.

So già che stai pensando: ci potevo arrivare anche io... Quante volte hai notato anche tu che quando le cose crescono di dimensione diventano meno efficienti, ma anche quando il tempo a disposizione è lungo, anche lo svolgimento si prolunga, mentre quando il tempo a disposizione per un impegno è breve, magari ti infastidirà avere poco preavviso, perchè imprevisto e avevi altri programmi, ma sarai più veloce a concluderlo.


La legge di Parkinson sostiene che "il lavoro si espande in modo da riempire il tempo a disposizione per il tuo completamento".

Se hai a disposizione un mese per completare un lavoro lo completerai in un mese, ma se tu avessi solo una settimana a disposizione lo completeresti in una settimana.

Inoltre con un mese a disposizione anche la qualità del lavoro potrebbe essere diversa, questo non significa necessariamente migliore, ma che sei sei una persona precisa, pignola e vuoi che sia tutto perfetto passerai il mese a spulciare dettagli che potrebbero essere importanti solo per te. Se invece hai una settimana a disposizione, sarai più concentrato e farai comunque un buon lavoro.


Come usare la legge di Parkinson per la tua produttività.

  1. Crea l'urgenza: datti delle scadenze che ti obblighino a concludere dei lavori in tempi brevi.

  2. Pianifica la giornata in modo da avere una certa pressione, dedica degli slot alle varie attività, non controllare whatsapp o le email di continuo se lavori sui social no controllare instagram o Facebook ogni volta che ti arriva una notifica (anzi disattivale), imposta il tuo pomodoro per compiti veloci e usa il ciclo ultradiano per compiti più lunghi. Chi dice che un metodo esclude l'altro.

  3. Programma: impara a programmare il tempo per le tue attività, questo ti aiuterà ad essere più focalizzato e organizzato. All'inizio farai fatica ma vedrai che col tempo sarai sempre più efficiente.

  4. Tieni traccia delle tue attività: quanto tempo ti serve per gestire i tuoi impegni, soprattutto agli inizi ti aiuta ad avere scritto dove stai concentrando le energie e valutare se le stai impiegando nel posto giusto.

  5. Premiati: ricorda che finendo la tua attività nei tempi giusti, avrai più tempo per fare attività che ti gratificano, sport, amici, famiglia, shopping. Anche riposare e staccare sono importanti per la produttività e la creatività.

  6. Smetti di lavorare fino a tardi: so che se sei in proprio o se lavori da casa non è facile staccare, sono io la prima a rendermi conto che è comodo avere l'ufficio in casa ma poi esageri. So che se sei agli inizi hai mille cose da fare, finché non potrai permetterti un aiutante, ma lavorare sempre anche la sera o i weekend è sbagliato. Ritagliati del tempo per te stesso e per le attività che ami fare.




Foto di una postazione di lavoro, computer, lampada, libri, agenda e occhiali da vista
Fine lavoro, svago sia

Bene il mio tempo a disposizione per il blog è finito, ora vado a registrare il podcast, e poi a preparare i pin di questo articolo da pubblicare su Pinterest, poi metterò i vari link sui social in cui lavoro... poi mi farò una bella passeggiata con i cani.




Prima di salutarti ti rinnovo l'invito nel mio gruppo Telegram, "Quella che fa i pin Pinterest Strategist" dove si chiacchiera sulle novità di Pinterest.

Se non hai telegram, ti puoi anche iscrivere alla mailinglist, ogni mese ti mando gli aggiornamenti sui trend del mese di Pinterest, nell'articolo sui pinterest trend perchè sono molto importanti da sfruttare nel tuo business o per far conoscere i tuoi contenuti.



E concludo lasciandoti il link al mio ebook.

Pinterest è una fonte di traffico non indifferente, nel blog ci sono diversi articoli in cui ti spiego l'importanza di Pinterest, usalo per portare traffico ai tuoi canali o al tuo shop, con il "manuale base per usare Pinterest da app" ti insegnerò la parte tecnica di Pinterest: ti insegno come si fanno pin, pin idea, versioni, la seo, e come categorizzare il tuo profilo. Si tratta di un manuale molto pratico, per la strategia dobbiamo analizzare il tuo profilo e i tuoi obiettivi, in tal caso scrivimi: info@quellachefaipin.ch



A settimana prossima, mi auguro che anche questo contenuto ti sia stato utile, quale tecnica userai?


Francesca

___________________


DISCLAIMER

Questo articolo contiene link a prodotti miei o di affiliazione per prodotti/servizi che mi sento di consigliare e di cui sono soddisfatta. Questo significa che per ogni acquisto che farai partendo da questi link, le aziende riconosceranno al mio blog una piccola commissione (chiaramente senza alcun sovrapprezzo per te che acquisti!) o guadagnerò dalla vendita del mio prodotto.

Un metodo che ti potrebbe far conoscere nuovi prodotti e che ti permette di sostenere il nostro lavoro di blogger.



21 visualizzazioni0 commenti